Notiziario Completo



A cura della ASL di Viterbo

Informazioni e notizie

A carattere generale sulle attività e i servizi offerti agli utenti
privati , istituzionali o socetari.




28/12/2016
Muoversi a piedi o in bicicletta nel Lazio, i dati del sistema Passi
Una vita attiva a tutte le età aiuta a prevenire la comparsa dei molte malattie croniche.

“Una vita attiva a tutte le età aiuta a prevenire la comparsa dei molte malattie croniche”. L’Organizzazione mondiale della sanità individua nell’inattività fisica il quarto principale fattore di rischio per la mortalità globale. Il programma HEAT (Health Economic Assessment Tool) permette di stimare la riduzione della mortalità (in età 18-69 anni) in base ai giorni e ai minuti di mobilità sostenuta in bicicletta o a piedi.

Perciò si può promuovere salute promuovendo nelle città la mobilità attiva, che consente anche di migliorare la qualità dell’ambiente urbano, riducendo il traffico, il rumore e l’inquinamento atmosferico, migliorando la sicurezza stradale, valorizzando il territorio e favorendo la fruizione degli spazi verdi.

Il Sistema di Sorveglianza PASSI ha indagato, negli anni 2014 e 2015,la mobilità attiva nel Lazio.
È risultato che il 21% della popolazione di 18-69 anni pratica pienamente la mobilità attiva, il 22,5% la pratica parzialmente e il 56,5% non la pratica.

La mobilità attiva (muoversi a piedi e/o in bicicletta) nel Lazio ha evitato l’emissione di 255.000 tonnellate di CO2 all’anno e una riduzione stimata di mortalità del 16% (in bicicletta) e del 12% (a piedi) con un risparmio complessivo di 642 decessi annui.

Nel Lazio, come nel resto d’Italia, l’incremento della mobilità attiva costituisce uno straordinario risultato di salute e di tutela ambientale.




 
Azienda Sanitaria Locale Viterbo - Via E. Fermi, 15 - Privacy Copyright Mappa Sito Stampa