Esenzioni dal Ticket

Qualsiasi tipo di esenzione deve essere indicato dal pediatra, medico di famiglia o dallo specialista pubblico sulla ricetta che deve essere registrata presso i Centri Unici di Prenotazione prima di accedere agli ambulatori. La ricetta deve contenere solo prestazioni esenti e non più di otto.

ESENZIONI PER PATOLOGIA
Coloro ai quali viene riconosciuto il diritto all'esenzione per patologia o patologia rara sono esentati dal pagamento del ticket solo per le prestazioni correlate alla patologia. Per ottenere il tesserino si deve esibire agli sportelli distrettuali il certificato che attesta la patologia cronica (rilasciato da specialista pubblico oppure il foglio di dimissione o copia della cartella clinica per i dimessi da strutture pubbliche o accreditate) o la patologia rara (rilasciato dai centri regionali di riferimento).

SONO ESENTATI DAL PAGAMENTO DEL TICKET per prestazioni di specialistica ambulatoriale a fini di tutela della salute collettiva:
- Invalidi di guerra con pensione diretta vitalizia (dalla 1° alla 5° categoria)
- Ex deportati nei campi di sterminio nazista KZ
- Grandi invalidi per servizio (1° categoria) e dalla 2° alla 5°
- Invalidi civili dal 67% al 100%
- Ciechi assoluti o con residuo visivo non superiore a 1/10 in entrambi gli occhi
- Sordomuti dalla nascita o da prima dell’apprendimento della lingua parlata
- Grandi invalidi del lavoro (dall’80% al 100%) e invalidi del lavoro dal 67% al 79%
- Minori di anni 18 con indennità di accompagnamento
- Vittime del terrorismo o della criminalità organizzata
- Soggetti danneggiati in modo irreversibile da vaccinazioni obbligatorie, trasfusioni e somministrazioni di emoderivati
- obiettori di coscienza in servizio civile
Per ottenere il tesserino si deve esibire agli sportelli distrettuali la copia del certificato di invalidità civile o per gli invalidi del lavoro o affetti da malattie professionali il certificato INAIL.

SONO ESENTATI DAL PAGAMENTO DEL TICKET per prestazioni di specialistica ambulatoriale, a fini di tutela della salute collettiva, solo per le prestazioni correlate alla patologia invalidante:
- invalidi del servizio dall’1% al 66%
- infortunati sul lavoro o affetti da malattie professionali
- invalidi di guerra dalla 6° all’ 8° categoria
Per ottenere il tesserino si deve esibire agli sportelli distrettuali la copia del certificato di invalidità civile o per gli invalidi del lavoro o affetti da malattie professionali il certificato INAIL.

ESENZIONI DAL TICKET PER REDDITO

NEL CORSO DI UNA GRAVIDANZA sono gratuite, oltre alle visite mediche periodiche ostetrico-ginecologiche, le seguenti prestazioni:
all'inizio della gravidanza, possibilmente entro la 13° settimana, e comunque al primo controllo: emocromo, gruppo sanguigno, aspartato aminotrasferasi, alanina aminotrasferasi, virus rosolia anticorpi, toxoplasma anticorpi, treponema pallidum anticorpi, treponema pallidum anticorpi anti cardiolipina, virus HIV anticorpi, glucosio, esame urine, anticorpi antieritrociti; ecografia ostetrica
tra la 14° e la 18° settimana: esame urine
tra la 19° e la 23° settimana: esame urine;   ecografia ostetrica
tra la 24° e la 27° settimana: esame urine, glucosio
tra la 28° e la 32° settimana: emocromo, ferritina,   esame urine; ecografia ostetrica
tra la 33° e la 37° settimana:  virus epatite B antigene, virus epatite C anticorpi, emocromo, esame urine, virus HIV anticorpi (in caso di rischio)
tra la 38° e la 40° settimana: esame urine
dalla 41° settimana:  ecografia ostetrica (su richiesta dello specialista), cardiotocografia (su richiesta dello specialista, se necessario fino al parto).
Nella ricetta deve essere indicata la settimana di gestazione.
La ricetta deve essere registrata presso i Centro Unico di Prenotazione (CUP) e deve contenere solo prestazioni esenti.
In caso di minaccia d'aborto e di gravidanza a rischio sono in esenzione tutte le prestazioni specialistiche necessarie per il monitoraggio dell'evoluzione della gravidanza.

SONO ESENTATI DAL PAGAMENTO DEL TICKET con codice E05 – Minori di anni 18 collocati fuori della famiglia di origine a seguito di provvedimento dell’Autorità giudiziaria di decadenza, sospensione o limitazione della potestà genitoriale, ovvero in condizioni di abbandono o inesistenza di adulti responsabili sul territorio italiano (minori stranieri non accompagnati), i cui oneri assistenziali sono a carico degli enti locali.
Per ottenere l’esenzione E05, l’ente locale cui compete l’onere assistenziale del minore deve presentare presso i Distretti, la seguente documentazione:

  • copia del documento di identità, ovvero copia del permesso di soggiorno, o cedolino attestante nominativo rilasciato dalla Questura, ovvero provvedimento di affido del tribunale dei minori e documentazione che attesti la condizione giuridica del minore e la titolarità dell’ente locale alla tutela del minore stesso.
Il diritto all’esenzione E05 decade al compimento del 18° anno di età o al momento della cessazione dell’iscrizione del minore al SSR, cessazione che l’ente locale dovrà tempestivamente comunicare si Distretti.

SONO ESENTATI DAL PAGAMENTO DEL TICKET con codice E06 – Cittadini di Stati non appartenenti all’Unione Europea, richiedenti protezione internazionale in possesso di permesso di soggiorno o cedolino o modulo C3 o attestato nominativo rilasciato dalla Questura.
Per l’ottenimento dell’esenzione E06, i cittadini di stati non appartenenti all’Unione Europea richiedenti protezione internazionale, dovranno presentare ai Distretti nel cui territorio hanno eletto il domicilio:

  • copia del permesso di soggiorno o cedolino o modulo C3 o attestato nominativo rilasciato dalla Questura.
Il diritto all’esenzione E06 ha durata coincidente con la durata dell’iscrizione al SSR ed è rinnovabile fino alla definizione della procedura per la richiesta di protezione internazionale.

SONO ESENTATI DAL PAGAMENTO DEL TICKET con codice E07 – Cittadini comunitari non iscritti né iscrivibili al SSR privi di copertura sanitaria, in possesso di tesserino ENI (Europeo Non Iscritto), con meno di 6 anni o più di 65 anni. Per l’ottenimento dell’esenzione E07, ai cittadini comunitari non iscritti né iscrivibili al SSR privi di copertura sanitaria, in possesso di tesserino ENI (Europeo Non Iscritto), con meno di 6 anni o più di 65 anni verrà rilasciato, in via transitoria, fino all’implementazione dello specifico sistema informativo regionale per STP/ENI, una tessera cartacea di esenzione, con validità semestrale, coincidente con la validità del tesserino ENI. La tessera cartacea è rilasciata dai Distretti.

SONO ESENTATI DAL PAGAMENTO DEL TICKET con codice E08 – Cittadini stranieri non appartenenti alla U.E. non in regola con le norme relative all’ingresso e al soggiorno in possesso di tesserino STP con meno di 6 anni o più di 65 anni.
Per l’ottenimento dell’esenzione E08, ai cittadini stranieri non appartenenti alla U.E. non in regola con le norme relative all’ingresso e al soggiorno (STP) con meno di 6 anni o più di 65 anni verrà rilasciato, in via transitoria, fino all’implementazione dello specifico sistema informativo regionale per STP/ENI, una tessera cartacea di esenzione, con validità semestrale, coincidente con la validità del tesserino STP. La tessera cartacea è rilasciata dai Distretti.

SONO ESENTATI DAL PAGAMENTO DEL TICKET per le prestazioni di specialistica ambulatoriale a carico del Servizio Sanitario Regionale per le prestazioni correlate:
• coloro che donano sangue, organi e tessuti
• i pazienti in attesa di trapianto d'organo
• coloro che necessitano della certificazione di idoneità per il servizio civile presso ente convenzionato con il Ministero della Difesa

SONO ESENTATI DAL PAGAMENTO DEL TICKET i cittadini che si sottopongono a:
- Un esame mammografico ogni 2 anni per le donne di età compresa tra i 45 e i 69 anni;
- Un Pap Test ogni 3 per le donne di età compresa tra i 25 e i 65 anni;
- Una colonscopia ogni 5 anni e hanno più di 45 anni di età.
È necessario effettuare l’autocertificazione presso i CUP.

 
 
Azienda Sanitaria Locale Viterbo - Via E. Fermi, 15 - Privacy Copyright Mappa Sito Stampa