Seguici su

Investimenti Pnrr (Piano nazionale di ripresa e resilienza) NextGenerationEU

La missione 6 Salute del PNRR, NextGenerationEU, mira a potenziare e riorientare il Servizio Sanitario Nazionale (SSN) per migliorarne l’efficacia nel rispondere ai bisogni di cura delle persone, anche alla luce delle criticità emerse nel corso dell’emergenza pandemica, ed è articolata in due Componenti:

Componente 1: Reti di prossimità, strutture intermedie e telemedicina per l’assistenza territoriale;

Componente 2: Innovazione, ricerca e digitalizzazione del Servizio Sanitario Nazionale.

 

La Componente 1  ha l’obiettivo di rafforzare le prestazioni erogate sul territorio grazie all’attivazione e al potenziamento di strutture e presidi territoriali (come le Case della Comunità e gli Ospedali di Comunità), rafforzando l'assistenza domiciliare, lo sviluppo della telemedicina e una più efficace integrazione con tutti i servizi sociosanitari.

La Componente 2 comprende, invece, misure volte al rinnovamento e all'ammodernamento delle strutture tecnologiche e digitali esistenti, al potenziamento e alla diffusione del Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE) ed una migliore capacità di erogazione e monitoraggio dei Livelli Essenziali di Assistenza (LEA) da realizzare anche attraverso il potenziamento dei flussi informativi sanitari.

Inoltre, rilevanti risorse sono destinate anche alla ricerca scientifica e a rafforzare le competenze e il capitale umano del Servizio Sanitario Nazionale (SSN).

 

In questa sezione, che verrà costantemente aggiornata, sono presenti gli interventi finanziati, già conclusi e collaudati, con una breve descrizione degli stessi e con la possibilità di visionare le schede progettuali.

Ammodernamento del parco tecnologico e digitale
Apri menu

Acceleratore lineare - Ospedale Belcolle

Il nuovo acceleratore lineare multi energia installato con i fondi PNRR costituisce una soluzione concreta, flessibile e versatile per affrontare con successo sia le casistiche cliniche convenzionali con tecniche standard, sia i casi clinici più complessi che richiedono una precisione elevatissima e l’impiego delle tecniche più avanzate, quali la VMAT (Volume Modulated Arc Therapy) e le tecniche stereotassiche con fotoni per il distretto cranio-encefalico ed extracraniale (SRS, SBRT / SABR).

Scheda informativa


Angiografo cardiologico - Ospedale Belcolle

L’Angiografo cardiologico ad arco, istallato con i fondi PNRR; è dotato di comandi a bordo tavolo con piena flessibilità di posizionamento per tutte le applicazioni cliniche. Particolare sistema anticollisione per proteggere il paziente dal detettore. Il piano è completamente radiotrasparente con elevata capacità di carico con ampia gamma di movimenti flottanti. Gamma completa di applicazioni senza restrizioni del paziente durante le tecniche di rianimazione, con versatile e flessibile modalità di raccolta dati.

Scheda informativa


Ecotomografo cardiologico - Ospedale Civita Castellana

L’Ecotomografo Cardiologico, acquisito con i Fondi PNRR, touch screen, basato su piattaforma mainframe carrellata gestisce un elevato numero di frequenze variabili di campionamento con sonde lineari altissima frequenza, funge da secondo monitor per immagini ecografiche statiche, in real time e multimodalità ed è dotato da SW con ampia gamma di calcoli e misure dedicate ai vari distretti.


Ecotomografo cardiologico - Ospedale Montefiascone

L’Ecotomografo Cardiologico, acquisito con i Fondi PNRR, touch screen, basato su piattaforma mainframe carrellata, gestisce un elevato numero di frequenze variabili di campionamento con sonde lineari ad altissima frequenza, funge da secondo monitor per immagini ecografiche statiche, in real time e multimodalità ed è dotato da SW con ampia gamma di calcoli e misure dedicate ai vari distretti.


Ecotomografo cardiologico - Ospedale Belcolle
L’Ecotomografo Cardiologico, acquisito con i Fondi PNRR, touch screen, basato su piattaforma mainframe carrellata gestisce un elevato numero di frequenze variabili di campionamento con sonde lineari altissima frequenza, funge da secondo monitor per immagini ecografiche statiche, in real time e multimodalità ed è dotato da SW con ampia gamma di calcoli e misure dedicate ai vari distretti.
 

Ecotomografi ginecologici 3D - Ospedale Belcolle

L’Ecotomografo ginecologico 3D, installato con i fondi PNRR, è progettato per semplificare le procedure di imaging, dall'interfaccia utente intuitiva all'automazione integrata e agli strumenti software avanzati, aiutando a ottenere le massime prestazioni quotidiane e per ogni esame diagnostico.


Ecotomografo multidisciplinare - Ospedale Acquapendente

L’Ecotomografo Multidisciplinare, acquisito con i Fondi PNRR, touch screen, basato su piattaforma mainframe carrellata garantisce e supporta i seguenti campi diagnostici: Internistico-Radiologico, Ginecologico-Ostetrico/Fetale, Cardiologico/Vascolare, gestisce un elevato numero di frequenze variabili di campionamento con sonde lineari altissima frequenza, funge da secondo monitor per immagini ecografiche statiche, in real time e multimodalità ed è dotato da SW con ampia gamma di calcoli e misure dedicate ai vari distretti.


Ecotomografo multidisciplinare - Ospedale Montefiascone

L’Ecotomografo Multidisciplinare, acquisito con i Fondi PNRR, touch screen, basato su piattaforma mainframe carrellata garantisce e supporta i seguenti campi diagnostici: Internistico-Radiologico, Ginecologico-Ostetrico/Fetale, Cardiologico/Vascolare, gestisce un elevato numero di frequenze variabili di campionamento con sonde lineari altissima frequenza, funge da secondo monitor per immagini ecografiche statiche, in real time e multimodalità ed è dotato da SW con ampia gamma di calcoli e misure dedicate ai vari distretti.


Ecotomografo multidisciplinare - Ospedale Belcolle

L’Ecotomografo Multidisciplinare, acquisito con i Fondi PNRR, touch screen, basato su piattaforma mainframe carrellata garantisce e supporta i seguenti campi diagnostici: Internistico-Radiologico, Ginecologico-Ostetrico/Fetale, Cardiologico/Vascolare, gestisce un elevato numero di frequenze variabili di campionamento con sonde lineari altissima frequenza, funge da secondo monitor per immagini ecografiche statiche, in real time e multimodalità ed è dotato da SW con ampia gamma di calcoli e misure dedicate ai vari distretti.


Mammografo digitale con tomosintesi - Ospedale Civita Castellana

Il Mammografo digitale, installato con i fondi PNRR, è un sistema di diagnosi che contiene elementi particolarmente innovativi e per questo brevettati, è l’unico sistema presente sul mercato che permette di eseguire, su un’unica piattaforma, molte procedure quali: Mammografia digitale, convenzionale e Tomosintesi (CESM); con Biopsia Stereotassica tradizionale/tomoguidata.


Telecomandato per esami di reparto - Ospedale Civita Castellana

Il Telecomandato, istallato con i fondi PNRR, risulta essere altamente performante sotto il profilo clinico, le dimensioni contenute consentono movimentazioni intorno al paziente per procedure interventistiche /radiologiche, di gastroscopia ed endoscopia interventistica è completo di sistema Stiching per esami sulla colonna e sw reticolo ortopedico per studio della colonna e arti inferiori e pacchetti di acquisizione post-processing multidisciplinari.


Centrali operative territoriali COT
Apri menu

COT A
Centrale Operativa Territoriale di Tarquinia - Distretto A
 
La Centrale Operativa Territoriale è un modello organizzativo che svolge una funzione di coordinamento della presa in carico della persona e raccordo tra servizi e professionisti coinvolti nei diversi setting assistenziali: attività territoriali, sanitarie e sociosanitarie, ospedaliere e dialoga con la rete dell’emergenza-urgenza.
Lo standard operativo prevede un bacino di utenza ogni 100.000 abitanti o valenza distrettuale qualora il Distretto abbia un bacino di utenza maggiore.
L’obiettivo della Centrale Operativa Territoriale (COT) è quello di assicurare continuità, accessibilità ed integrazione dell’assistenza sanitaria e sociosanitaria assolvendo al suo ruolo di raccordo tra i vari servizi attraverso funzioni distinte e specifiche, seppur tra loro interdipendenti.


Scheda informativa

 

COT B
Centrale Operativa Territoriale di Viterbo - Distretto B
 
La Centrale Operativa Territoriale è un modello organizzativo che svolge una funzione di coordinamento della presa in carico della persona e raccordo tra servizi e professionisti coinvolti nei diversi setting assistenziali: attività territoriali, sanitarie e sociosanitarie, ospedaliere e dialoga con la rete dell’emergenza-urgenza.
Lo standard operativo prevede un bacino di utenza ogni 100.000 abitanti o valenza distrettuale qualora il Distretto abbia un bacino di utenza maggiore.
L’obiettivo della Centrale Operativa Territoriale (COT) è quello di assicurare continuità, accessibilità ed integrazione dell’assistenza sanitaria e sociosanitaria assolvendo al suo ruolo di raccordo tra i vari servizi attraverso funzioni distinte e specifiche, seppur tra loro interdipendenti.
 

Scheda informativa

 

COT C
Centrale Operativa Territoriale di Civita Castellana - Distretto C
 
La Centrale Operativa Territoriale è un modello organizzativo che svolge una funzione di coordinamento della presa in carico della persona e raccordo tra servizi e professionisti coinvolti nei diversi setting assistenziali: attività territoriali, sanitarie e sociosanitarie, ospedaliere e dialoga con la rete dell’emergenza-urgenza.
Lo standard operativo prevede un bacino di utenza ogni 100.000 abitanti o valenza distrettuale qualora il Distretto abbia un bacino di utenza maggiore.
L’obiettivo della Centrale Operativa Territoriale (COT) è quello di assicurare continuità, accessibilità ed integrazione dell’assistenza sanitaria e sociosanitaria assolvendo al suo ruolo di raccordo tra i vari servizi attraverso funzioni distinte e specifiche, seppur tra loro interdipendenti.
 

Scheda informativa


DEVICE
Device come primo luogo di cura e telemedicina
 
Sistemi diagnostici domiciliari, acquisiti con fondi PNRR: 1.Sistema RX DOMICILIARE, perfetta combinazione tra portabilità, anche letto paziente e eccellente qualità immagini; 2.Sistema ecografico tascabile palmare, perfetta combinazione trasportabilità e interfaccia utente c/App semplificata (Android/IOS); 3.Pulsossimetro digitale c/display touch-screen (piattaforma Windows), c/cartella clinica elettronica; 4.Otoscopio Digitale, c/trasmissione Wi-Fi dotato di SW-App acquisizione foto/video da PC/ Smartphone/Tablet.
 

INTERCONNESSIONE
Interconnessioni casa come primo luogo di cura
 
L’investimento in oggetto previsto nell’ambito del PNRR riguarda la realizzazione di un Sistema Informativo a supporto delle Centrali Operative Territoriali per la gestione del Transitional Setting dei pazienti, in una logica di integrazione in rete di tutte le Centrali Operative Territoriali aziendali e inter-aziendali, dei servizi domiciliari, dei servizi territoriali, sociosanitari e ospedalieri, nonché di tutti gli altri attori previsti dal DM77/2022, afferenti al Sistema Sanitario Regionale.
 

Ultimo aggiornamento: 10 giugno 2024